Le coppie gay guadagnano di più? Sì, ma solo nel Nord Italia - coppia gay 2015 1 1 1 - Gay.it Archivio

Le coppie gay guadagnano di più? Sì, ma solo nel Nord Italia

Il dato emerge da una prima analisi fatta da due ricercatori sui dati della Banca d’Italia

Le coppie gay guadagnano di più? Sì, ma solo nel Nord Italia - coppia gay 2015 2 - Gay.it Archivio

Le coppie gay guadagnerebbero di più delle coppie eterosessuali, ma questo dato – per il momento, con i dati attualmente disponibili – sarebbe un fenomeno presente solo nell’Italia settentrionale. E’ questo, in estrema sintesi, il dato che emerge da una indagine realizzata da due ricercatori che già si erano addentrati sulla questione, Carlo D’Ippoliti dell’Università La Sapienza di Roma e Fabrizio Botti del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. La ricerca è stata effettuata sui dati dell’“Indagine sui bilanci delle famiglie italiane” della Banca d’Italia, relativi agli anni tra il 2006 e il 2012 e presentata ieri sulla rivista online di scienze regionali, Eyesreg. I dati, per quanto parziali, in realtà confermano anche quelli che arrivano dagli Stati Uniti e da altri paesi avanzati sul tema dei diritti alle persone lgbt: con la piena inclusione sociale, probabilmente anche per i profili professionali delle persone lgbt, le coppie gay tendono a guadagnare più delle coppie eterosessuali di circa il 10/20%. Ovviamente con la piena inclusione sociale, cosa che nel nostro paese non si è ancora realizzata.

Le coppie gay guadagnano di più? Sì, ma solo nel Nord Italia - bancaomofobiBASE - Gay.it Archivio

Premettiamo che la ricerca è evidentemente parziale: la peculiarità della base di dati della Banca d’Italia analizzata consente infatti di identificare sia le coppie omosessuali non dichiarate esplicitamente ma identificate di fatto dai rilevatori dell’indagine, sia quelle che decidono spontaneamente di qualificarsi come tali, ma ciò rappresenta un evidente limite, perchè il campione è assai basso, trattandosi di un campione di 96 coppie dello stesso sesso, di cui 54 residenti nelle Regioni del Nord-Est o Nord-Ovest e 42 al Centro o al Sud. D’altro canto, però, rilevano i due ricercatori, si tratta di un campione del tutto casuale, quindi una qualche valenza questi numeri li hanno.

Veniamo ai numeri, quindi. Il reddito familiare complessivo delle coppie omosessuali nel Nord sarebbe quindi di 24.623 euro all’anno contro quello di 23.275 delle coppie eterosessuali: un 6% in più di reddito, quindi. Se però scendiamo nel centro-sud, la situazione cambia completamente: dai 17.128 euro all’anno di reddito complessivo delle coppie eterosessuali, si crolla ai 12.087 euro all’anno delle coppie del medesimo sesso: il gap sarebbe quindi di ben il 29,4%.

Le coppie gay guadagnano di più? Sì, ma solo nel Nord Italia - due banca - Gay.it Archivio

“L’appartenenza a una minoranza potenzialmente oggetto di discriminazione quale quella LGBT – commentano giustamente i ricercatori – non solo è di per sé fonte di minore inclusione sociale e benessere socio-economico, come evidenziato dalla letteratura menzionata in precedenza, ma costituisce anche un carattere di ulteriore rischio in presenza di contesti economicamente meno sviluppati, come il Mezzogiorno del nostro Paese. Tale conclusione andrebbe corroborata mediante una maggiore ricchezza di informazioni empiriche, che auspicabilmente potrebbero emergere dall’analisi dei risultati del censimento della popolazione svolto nel 2011.”

“Da queste prime analisi – continuano i ricercatori – emerge dunque l’indicazione a favore di strategie di policy mirate alle persone più svantaggiate e in ambiti di intervento che, ben oltre il legittimo ma limitato campo dei diritti civili, coinvolgano anche altre dimensioni socio-economiche e di esclusione sociale, come quelle relative alle condizioni lavorative, abitative o educative”. I due ricercatori poi ricordano come negli Stati Uniti “l’adozione da parte di alcune autorità locali di leggi contro la discriminazione fondata sull’orientamento sessuale si è dimostrata efficace non solo nel combattere pratiche discriminatorie sul posto di lavoro ma anche nel promuovere norme giuridiche e sociali più inclusive per le persone LGBT all’interno delle comunità coinvolte”. Insomma, per guadagnare un pochino di più come coppie ci tocca aspettare… ma in Italia questo è uno sport che conosciamo bene.

L’intera ricerca è consultabile a questo link .