Il viaggio di Ratzinger nel nuovo Portogallo laico - razinger portogalloBASE 1 - Gay.it Archivio

Il viaggio di Ratzinger nel nuovo Portogallo laico

Papa Ratzinger arriva in un paese profondamente cambiato dall’ultima visita di un pontefice. Il Portogallo di Socrates ha depenalizzato l’aborto, approvato il divorzio e i matrimoni gay

Nel Portogallo che diventa ogni girno sempre più laico, Benedetto XVI è arrivato oggi a Fatima, luogo simbolo della fede cattolica non solo portoghese, ma mondiale. E prima di recarsi nel luogo dell’apparizione della Madonna e della rivelazione dei tre famosi segreti, Benedetto XVI ha incontrato José Socrates, il primo ministro socialista sotto il cui governo il parlamento sta per approvare la legge sulle nozze gay, per non parlare della legalizzazione dell’aborto nel 2007 e del divorzio nel 2008. L’incontro è stato a porte chiuse e non è ancora trapelato nulla su cosa i due si sono detti, le uniche dichiarazioni sono quelle di Socrates che ha tenuto a precisare che i rapporti tra lo Stato e la Chiesa sono "eccellenti".

Nei discorsi pubblici fatti fino ad ora Joseph Ratzinger non ha mai fatto esplicito riferimento, né ha mai citato le contestate leggi, neanche quella sui matrimoni gay, limitandosi a lanciare moniti tanto generici quanto chiari negli intenti.
"Il conflitto fra la tradizione e il presente – ha dichiarato il Papa durante l’incontro tenutosi nel centro culturale di Belem a Lisbona – si esprime nella crisi della verità, ma unicamente questa può orientare e tracciare il sentiero di una esistenza riuscita, sia come individuo che come popolo. Infatti un popolo, che smette di sapere quale sia la propria verità, finisce perduto nei labirinti del tempo e della storia, privo di valori chiaramente definiti e senza grandi scopi chiaramente enunciati. Per una società formata in maggioranza da cattolici e la cui cultura è stata profondamente segnata dal cristianesimo, si rivela drammatico il tentativo di trovare la verità al di fuori di Gesù Cristo".