NIENTE SCONTI SUL MUTUO - uomo sul tetto 1 - Gay.it Archivio

NIENTE SCONTI SUL MUTUO

Le detrazioni sugli interessi passivi dei mutui spettano solo in proporzione al valore dichiarato. E ora il fisco chiede il rimborso degli importi detratti negli anni passati.

Nonostante il clima torrido e la voglia di vacanze, sono ancora molti i temi “caldi” di questa estate finanziaria.
Innanzitutto dobbiamo evidenziare i nuovi record del prezzo del greggio, che alimentano i timori di una crisi stile “anni ‘70” con le famose domeniche a piedi, e che si traducono in pesanti aggravi per le tasche di tutti noi (benzina e gasolio alle stelle, bollette del gas più care), oltre a minare la già debole crescita del paese.
Quindi le continue valutazioni negative da parte delle principali agenzie internazionali sul futuro economico dell’Italia e sul suo preoccupante deficit di bilancio (gli ammonimenti da parte dell’Unione Europea ormai non si contano più), che ci danno l’idea di quanto siano concreti per il Belpaese i rischi di anni davvero bui.
I sacrifici che attendono tutti noi potrebbero essere molto pesanti se la situazione economica interna non imbocca la via del miglioramento.
Nel frattempo, nonostante tutto, Piazza Affari mostra molta vivacità e spunti davvero interessanti.
Sotto i riflettori Enel (nella settimana del collocamento della IV tranche), Bnl (prezzi ancora molto sopra i valori dell’OPS del BBVA) ed Rcs (misteri ed ombre sull’ascesa di Ricucci); il tutto in un clima tutt’altro che da relax sotto l’ombrellone!

NIENTE SCONTI SUL MUTUO - soldi lente - Gay.it Archivio

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
In un nostro recente articolo abbiamo visto che a partire da quest’anno, nella compilazione del modello 730, le detrazioni sugli interessi passivi dei mutui spettano solo in proporzione al valore dichiarato, penalizzando non poco molti cittadini che nell’acquistare la prima casa avevano “falsato” il reale valore (diminuendolo) per risparmiare sulle imposte dovute.
Come se non bastasse questa brutta notizia, l’Agenzia delle Entrate ha recentemente precisato che il fisco potrà chiedere pure il rimborso degli importi detratti illegittimamente negli anni passati, conferendo valore retroattivo alla nuova normativa.
La retroattività si dovrebbe fermare ai redditi del 1998, “per effetto della norma che blocca l’attività di accertamento dell’amministrazione finanziaria al quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione dei redditi. A questo periodo deve essere aggiunta la proroga biennale per i contribuenti che non hanno usufruito del condono fiscale” (Repubblica – Economia del 2 giugno 2005).
Ovviamente i contribuenti dovranno pagare pure gli interessi, mentre a parziale consolazione non saranno colpiti da sanzioni.
Tra le novità positive invece, la possibilità di recuperare il 19% del costo dell’intermediazione immobiliare in aggiunta agli altri oneri detraibili (ricordiamo comunque il limite massimo di 3615,20 € su cui calcolare la percentuale di detrazione del 19%).
Questa nuova norma interessa ahimè una grossa parte di contribuenti che detraggono fiscalmente gli interessi passivi del mutuo, e le critiche mosse a tale disposizione sono davvero tante, tra cui quella che la dipinge come una nuova tassa occulta.
Purtroppo possiamo solo prenderne atto e, ci auguriamo in pochi casi, prepararci a leccare le conseguenti ferite.

di Sirio Belli