Shock: ecco gli ospedali cinesi dove si cura l’omosessualità

Sconvolgente documentario della tv inglese Channel 4: telecamere nascoste riprendono le “terapie”

Venerdì alle 1930 (ora inglese), andrà in onda sulla tv britannica Channel 4 uno sconvolgente documentario che racconta, con filmati ripresi da telecamere nascoste e con interviste, la pratica ancora molto diffusa in Cina di ospedali che tentano di “curare” l’omosessualità. Le metodologie usate sono elettroshock, anche ad alto voltaggio, e prescrizione di alcune medicine che porterebbero il paziente a provare nausea quando sente “impulsi”.
Nonostante i diritti LGBT in Cina non siano proprio una delle priorità, questa pratica è vietata anche perchè nel 1997 l’omosessualità è stata depenalizzata e dal 2001 non viene più considerata una malattia mentale: è dell’anno scorso una sentenza con una clinica di Pechino, condannata però a pagare soltanto 3.500 yuan (circa 490 euro) di multa.