PRIMARIE: 3 VOTI SU 4 A PRODI - prodi vince - Gay.it Archivio

PRIMARIE: 3 VOTI SU 4 A PRODI

Quasi 4 milioni e mezzo di elettori partecipano alla consultazione. Al Professore il 74,1% dei voti; Bertinotti al 14,7. Prodi: election day il 9 aprile. Arcigay: ora i Pacs nel programma.

ROMA – A spoglio ormai praticamente concluso, visto che mancano solo i risultati dei seggi in America, Romano Prodi finisce la sua corsa per le primarie avendo rastrellato 3.179.127 mila preferenze, pari al 74,1 per cento. Il secondo sfidante, quello in qualche modo ritenuto il più temibile, ovvero Fausto Bertinotti incassa 630.331 voti e si attesta al 14,7 per cento.
Durante la breve conferenza stampa nel quartier generale di piazza SS. Apostoli, il diessino Vannino Chiti – l’uomo della macchina organizzativa che ha presieduto alla consultazione popolare – illustra i dati finali. Mastella conquista un 4,6 per cento, lo segue Di Pietro con 3,3 per cento, quindi si piazza Pecoraro Scanio con il 2,2 per cento, poi Scalfarotto con lo 0,6 e infine la Panzino con 0,5 per cento.
Per completezza di informazione, alle primarie di ieri si sono contate 7.549 schede bianche, 8.968 nulle e 48 contestate. Ma senza dubbio il risultato più importante è la grande affluenza: quasi 4 milioni e mezzo gli elettori che hanno voluto partecipare a questa consultazione, spesso formando anche file davanti ai seggi allestiti in tutta Italia. Arcigay commenta positivamente questa parteciazione: «Il grande successo delle Primarie, è un segno inequivocabile che c’è un’enorme domanda di partecipazione popolare. Molte migliaia di gay e lesbiche, compiendo un gesto di generosità, hanno partecipato al voto, convinti di poter contribuire ad un reale cambiamento della politica e della societa – dice Aurelio Mancuso, segretario nazionale di Arcigay – Come Arcigay siamo molto soddisfatti del fatto che tutti i candidati che si sono espressi a favore del riconoscimento giuridico delle coppie di fatto abbiano ottenuto un buon risultato. In particolare il 75% dei consensi espresso a sostegno di Romano Prodi assume un grande valore politico. Ancora in questi ultimi giorni il leader dell’Unione ha difeso pubblicamente la sua intenzione di occuparsi delle questioni poste dalla proposta di legge sul Pacs. Ora si apre una nuova fase politica, che porterà alla stesura del programma elettorale del centrosinistra. Arcigay – conclude Mancuso – è impegnata affinchè sia scritto nel programma di governo l’approvazione del Pacs».
«Lo straordinario successo di partecipazione alle primarie del centrosinistra e lo strepitoso successo ottenuto da Romano Prodi con più di tre milioni di voti rappresentano indubbiamente un segnale positivo anche per le lesbiche e i gay del nostro Paese – aggiunge Andrea Benedino, portavoce nazionale di GAYLEFT, la consulta degli omosessuali DS – Non è un caso che un consenso così vasto sia andato ad un leader come Romano Prodi che nel corso di questa campagna per le primarie ha saputo parlar chiaro su un tema delicato come quello dei PACS, assumendosi impegni precisi che gli sono costati l’opposizione e i rimproveri delle gerarchie ecclesiastiche, ma che gli hanno anche garantito il consenso di una grande moltitudine di cittadini laici e cattolici».
«Ora la strada verso l’inserimento dei PACS nel programma dell’Unione non può che essere in discesa: chiediamo pertanto a Prodi – conclude Benedino – di confermarsi garante di questo percorso, aprendo fin da subito un tavolo di confronto programmatico sul tema dei diritti delle coppie di fatto che serva a liberare questo dibattito da una sterile contrapposizione ideologica tra i partiti per andare al merito dei problemi».
Dal canto suo, il Professore oggi ha solo annunciato l’intenzione di fare l’election day il 9 aprile per unire in una sola data elezioni politiche e amministrative: «Chiederemo – ha chiarito Prodi – l’accorpamento in un decreto di tutte le elezioni al 9 aprile, insistendo sull’election day anche perché si risparmierebbero 150 milioni di euro e sarebbe un segnale di serietà».
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Movimento Omosessuale.